Fondazione CDEC Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea

fb

CDEC su Youtube

        
  Foto da "Kadima. Da Pellestrina alla Terra Promessa", mostra realizzata da Keren Hayesod Italia, Comunità ebraica di Venezia e Fondazione CDEC  
    Homepage   |  Contatti   |  Dove siamo   |  English   |  Trova  
           

 

 

 

Fondazione CDEC

Settori di Attività

Amministrazione trasparente


Risorse web

 

CDEC Digital Library

Mostra sulla Shoah in Italia

I Nomi della Shoah Italiana

Ebrei stranieri internati in Italia (1940-1943). Indice generale

Catalogo della Biblioteca / Library Catalogue

Quest. Issues in Contemporary Jewish History

Osservatorio antisemitismo

Al tramonto di una civiltà. Un ebreo sefardita tra Oriente e Occidente

Claudiana_PAPO.jpg

Mercoledì 13 novembre alle ore 18.00 presso la Libreria Claudiana di Milano, Liliana Picciotto presenta il libro di Isacco Papo
Al Tramonto di una Civiltà. 
Un ebreo Sefardita tra Oriente e Occidente. 

(Belforte Editore, Livorno 2013)

Insieme a Liliana Picciotto, sarà presente in sala l'autore.

Con il suo libro Isacco Papo intraprende un percorso a ritroso nella memoria delle passate generazioni e tenta anche di delineare il panorama psicologico variegato della sua società di origine nella quale fondamentalmente si riconosce. Le vicissitudini familiari costituiscono il filo conduttore che aiuta il lettore a comprendere come, nel contesto del crepuscolo di civiltà e culture europee multietniche plurisecolari, le vicende storiche dell'Impero ottomano abbiano dato inizio prima a una fase di transizione, in cui coesistono elementi tradizionali e altri moderni occidentali, e poi al declino irreversibile della società e della cultura giudeo-spagnole. La Seconda Guerra Mondiale e la Shoah hanno poi segnato praticamente la fine della società  sefardita tradizionale strutturata nelle sue diverse sedi. L'esperienza personale riguarda in particolare la colonia sefardita emigrata in Italia negli anni Venti e Trenta, la ormai mitica scuola ebraica di Via Eupili a Milano, l'impatto delle leggi razziali, la successiva emigrazione e il ritorno in Spagna. L'autore descrive il clima di incertezza che regnava tra i rifugiati in un paese prostrato da una feroce guerra civile e tenta di  interpretare il comportamento controverso del governo di Franco nei riguardi degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale. Dopo il suo ritorno definitivo in Italia, Isacco Papo riprende la lunga peregrinazione materiale e nella memoria, alla ricerca di quanto ancora rimane del mondo delle generazioni che lo avevavano preceduto. Giunge infine alla constatazione che della società sefardita sopravvivono solo rari focolai in via di estinzione ma che invece la cultura giudeo-spagnola è oggetto di un rinnovato interesse in campi diversi, da parte di studiosi, ricercatori e narratori. 

 

Isacco Papo nasce nel 1926 a Milano in una famiglia sefardita immigrata nel 1923 dalla Turchia. 
Allievo della scuola israelitica di Via Eupili, nel 1942 emigra in Spagna, a Barcellona.
Nel 1946 torna a Milano dove si laurea in Medicina.
Da oltre trent'anni si dedica allo studio della storia e della cultura sefardita.  

Liliana Picciotto è storica della Shoah presso la Fondazione CDEC di Milano.
Nel 1991 ha pubblicato la prima edizione de " Il Libro della Memoria"
e nel 2010 ha curato il sito-memoriale "I nomi della Shoah" (www.nomidellashoah.it).
Da diversi anni è impegnata nella ricerca "Memoria della Salvezza" sugli ebrei salvati dai non ebrei.

 

Mercoledì 13 novembre
ore 18.00
Libreria Claudiana
via Francesco Sforza, 12
Milano

Per informazioni:
tel. 02316338
cdec@cdec.it

 

 


 

 

 

            collega allegato

copyright Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC ONLUS  via Eupili, 8 - 20145 Milano  CF: 97049190156  IVA: 12559570150  Telefono 02.31.63.38; 02.31.60.92  Fax: 02.33.60.27.28