Fondazione CDEC Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea

fb

CDEC su Youtube

        
  Rendering della Biblioteca della Fondazione CDEC nella sua futura sede presso il Memoriale della Shoah Milano
    Homepage   |  Contatti   |  Dove siamo   |  English   |  Trova  
           

 

 

 

Fondazione CDEC

Amministrazione trasparente


Risorse web

 

CDEC Digital Library

Mostra sulla Shoah in Italia

Le carte di Israel Kalk | Percorsi per la didattica

I Nomi della Shoah Italiana

Ebrei stranieri internati in Italia (1940-1943). Indice generale

Catalogo della Biblioteca / Library Catalogue

Quest. Issues in Contemporary Jewish History

Osservatorio antisemitismo

Progetti in corso


ebrei_libia.jpg

La Fondazione CDEC per la storia degli ebrei del Mediterraneo e del Medio Oriente in età contemporanea 

La Fondazione CDEC ha attualmente in corso due distinti progetti riguardanti gli ebrei del Mediterraneo che nella seconda metà del '900 emigrarono dai paesi arabi verso l'Europa. Entrambi i progetti hanno come obiettivo ultimo la conoscenza della storia, della cultura, dei costumi, della composizione sociale delle comunità ebraiche del bacino del Mediterraneo. 

 

Progetto n.1

Edoth - Gli ebrei del Mediterraneo e del Medio Oriente. 
Libanesi, Siriani, Egiziani, Libici, Turchi, Iraniani a Milano

Alla metà del secolo scorso ebrei libanesi, siriani, egiziani, libici, turchi, iraniani, furono costretti o indotti alla fuga dai paesi d'origine a causa  prinicipalmente del conflitto fra Israele e i paesi arabi. L'ostilità, popolare o governativa, verso gli ebrei autoctoni provocò espulsioni di massa in alcuni casi, in altre l'emigrazione forzata tramite azioni intimidatorie.
Questo progetto riguarda in particolare gli ebrei che fra gli anni '50 e '60 emigrarono dai paesi arabi in Italia, e più nello specifico nell'area milanese.  

Il progetto, avviato già nel 2011, prevede la realizzazione di interviste audio-video ai testimoni, per registrarne ricordi, impressioni, storie di vita. Fra gli obiettivi del progetto va inclusa infatti oltre che la presentazione degli esiti della ricerca su riviste specializzate e sulla stampa ebraica, anche e soprattutto la creazione, presso la Fondazione CDEC, di un archivio di storia orale sugli ebrei del Mediterraneo (vd. anche Progetto n. 2), e la realizzazione di brevi documentari tematici. 

La direzione scientifica del progetto è affidata a Liliana Picciotto. Il gruppo di lavoro è composto da Adriana Goldstaub, responsabile del coordinamento e dell'organizzazione delle attività e del personale coinvolto nel progetto; Betti Guetta, consulente per l'analisi statistica dei dati raccolti. 
Fanno parte dello staff, come intervistatori: Micky Shama, Regina Hayon, Alessandra Jarach, Jaffa Kahan, Jeannette Sagues, Elisa Guetta, Lalla Beracha. 

Il gruppo di lavoro del progetto "Edoth" prevede la realizzazione, entro il 2013, di circa 120 interviste.

Il progetto è finanziato dalla Fondazione CDEC, con il sostegno di donazioni di privati. 

Per lasciare la vostra testimonianza o donare copie di fotografie o documenti vi chiediamo di contattare Adriana Goldstaub al seguente indirizzo: 
edoth@cdec.it


Progetto n.2

Mapping Living Memories: the Jewish Diaspora from Libya across Europe and the Mediterranean

Questo progetto di ricerca intende valorizzare la presenza degli ebrei di Libia raccogliendo testimonianze e storie di vita in diverse destinazioni della loro diaspora, avvenuta tra il 1945 e il 1967 verso l'Italia, Israele, la Francia e l'Inghilterra. Il confronto tra diversi percorsi di migrazione e integrazione intende mettere in luce la ricchezza culturale di questa comunità,  i cambiamenti identitari e religiosi vissuti dai suoi membri, e la costruzione di memorie e narrative del loro passato e del loro esilio, anche in rapporto all'eredità da lasciare alle future generazioni.

Con questo progetto, finanziato dal programma European Sources Material della Rothschild Foundation, la Fondazione CDEC custodirà e renderà accessibile al pubblico l'archivio di fonti orali e visuali della diaspora degli ebrei di Libia. Questa raccolta  di interviste e documenti privati digitalizzati sarà un importante fonte di documentazione per le storie degli ebrei di Libia, le loro rappresentazioni e autorappresentazioni, andando anche a costituire un prezioso punto di riferimento per studiosi delle comunità ebraiche in Nord Africa, delle memorie del colonialismo italiano, e delle relazioni interreligiose e intercomunitarie in Europa e nel Mediterraneo.

La Fondazione CDEC invita tutti coloro che vogliano collaborare alla raccolta dei racconti di vita e delle memorie per il progetto Mapping living Memories: the Jewish Diaspora from Libya across Europe and the Mediterranean a farsi intervistare dalle ricercatrici che lo hanno ideato: Barbara Spadaro e Piera Rossetto.

L'obiettivo è quello di raccogliere, conservare e mantenere viva la memoria della comunità ebraica di Libia e di mettere questo patrimonio culturale a disposizione di studiosi, ricercatori e delle future generazioni.

Le testimonianze di coloro che sono nati e vissuti in Libia verranno raccolte in formato video o audio (secondo la disponibilità degli intervistati), preferibilmente insieme a copie di fotografie e/o documenti che verranno digitalizzate dai nostri esperti e conservate insieme alle interviste negli archivi della Fondazione CDEC. 

Il progetto è curato e realizzato da Barbara Spadaro e Piera Rossetto, con la supervisione scientifica di Liliana Picciotto. 
La realizzazione del progetto è possibile grazie ad una borsa di studio biennale della Rothschild Foundation di Londra.  

Per lasciare la vostra testimonianza o donare copie di fotografie o documenti vi chiediamo di contattare le ricercatrici incaricate del progetto ai seguenti recapiti:

Barbara Spadaro baspadaro(at)gmail.com
Piera Rossetto pierarossetto(at)gmail.com

 

 

 

              collega allegato

copyright Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC ONLUS  via Eupili, 8 - 20145 Milano  CF: 97049190156  IVA: 12559570150  Telefono 02.31.63.38; 02.31.60.92  Fax: 02.33.60.27.28