Fondazione CDEC Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea

fb

CDEC su Youtube

        
  Foto da "Kadima. Da Pellestrina alla Terra Promessa", mostra realizzata da Keren Hayesod Italia, Comunità ebraica di Venezia e Fondazione CDEC  
    Homepage   |  Contatti   |  Dove siamo   |  English   |  Trova  
           

 

 

 

Fondazione CDEC

Settori di Attività

Amministrazione trasparente


Risorse web

 

CDEC Digital Library

Mostra sulla Shoah in Italia

I Nomi della Shoah Italiana

Ebrei stranieri internati in Italia (1940-1943). Indice generale

Catalogo della Biblioteca / Library Catalogue

Quest. Issues in Contemporary Jewish History

Osservatorio antisemitismo

Presentazione di "'Rinasceva una piccola speranza' - L'esilio austriaco in Italia (1938-1945)" a cura di Christina Köstner e Klaus Voigt

forumaustriaco.jpg

 

"'Rinasceva una piccola speranza' - L'esilio austriaco in Italia (1938-1945)" a cura di Christina Köstner e Klaus Voigt

I curatori Christina Köstner e Klaus Voigt assieme alla storica Alessandra Minerbi e al direttore del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, Michele Sarfatti, presentano un libro che offre un quadro chiaro e complessivo dell'esilio austriaco in Italia dal 1938 alla fine della seconda guerra mondiale. Il volume "'Rinasceva una piccola speranza' - L'esilio austriaco in Italia (1938-1945)",uscito da Forum Editrice Universitaria Udinese, raccoglie saggi di ricercatori austriaci,tedeschi e italiani che indagano la storia, piena di contraddizioni, di migliaia di uomini e donne, per la maggior parte ebrei, perseguitati in Austria dal regime nazista che, negli anni '30 e '40 del secolo scorso, si rifugiarono in varie regioni d'Italia. Sono,inoltre, riportate le tes timonianze di alcuni esuli attraverso stralci di diari e ricordi che riflettono impressioni ed esperienze di vita ma anche la tragedia delle vittime dell'Olocausto. Una particolare attenzione è rivolta alle condizioni di vita di scrittori e artisti. Alla politica razziale del governo fascista italiano si contrappose la generosità di molti italiani, in particolare del ceto meno abbiente e del basso clero che infusero fiducia e resero meno difficile la vita dei profughi. Nonostante questo, l'Italia fu considerata Paese di transito verso altre mete ritenute più sicure.

 

13 ottobre - ore 18.30

 

Milano, Forum Austriaco di Cultura, Piazza del Liberty 8/4

 

 

Scarica la locandina 

 

 

              collega allegato

copyright Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC ONLUS  via Eupili, 8 - 20145 Milano  CF: 97049190156  IVA: 12559570150  Telefono 02.31.63.38; 02.31.60.92  Fax: 02.33.60.27.28