Fondazione CDEC Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea

fb

CDEC su Youtube

        
  Foto dei partecipanti al Convegno Giovanile Ebraico di Livorno, novembre 1924 - Archivio CDEC
    Homepage   |  Contatti   |  Dove siamo   |  English   |  Trova  
           

 

 

 

Fondazione CDEC

Settori di Attivitą

Amministrazione trasparente


Risorse web

 

CDEC Digital Library

Mostra sulla Shoah in Italia

Le carte di Israel Kalk | Percorsi per la didattica

I Nomi della Shoah Italiana

Ebrei stranieri internati in Italia (1940-1943). Indice generale

Catalogo della Biblioteca / Library Catalogue

Quest. Issues in Contemporary Jewish History

Osservatorio antisemitismo

Programma #11a edizione

Non solo cinema. Il calendario sottostante comprende sia le proiezioni dei film selezionati per questa undicesima edizione, sia i "fuori-sala", ovvero i momenti di approfondimento, di dibattito e di partecipazione attiva del pubblico. Tutti gli eventi della Rassegna si terranno nelle sale dello Spazio Oberdan.

Clicca qui per scaricare il CALENDARIO SINTETICO
Clicca qui per scaricare il DEPLIANT UFFICIALE DELLA RASSEGNA

 

SABATO 3 MARZO

h 21.15 Serata inaugurale #11a Edizione "Nuovo Cinema Israeliano". 

Saluto delle autorità
A seguire proiezione:   The Women's Balcony (Emil Ben-Shimon, Isr., 2016, 96')

Women's_balcony.jpgGerusalemme. La vita tranquilla della coppia Etty e Tzion e della loro comunità viene sconvolta quando durante una festa di Bar-Mitzvah crolla il matroneo della sinagoga. La comunità entra in crisi. Tutti i tentativi per ricostruire il matroneo falliscono, finché un giorno arriva un giovane e carismatico rabbino che propone un piano di ristrutturazione. Egli incomincia a spingere la comunità verso uno stile di vita religioso molto rigido, creando conflitti tra uomini e donne. Etty e le altre donne si ribellano perché vedono minare le loro tradizioni e la tranquillità in cui hanno sempre vissuto. Women's Balcony, che è stato presentato nei festival di cinema ebraico di tutto il mondo, è un'esilarante commedia che offre molti spunti di riflessione.

Jerusalem. The quiet life of the couple Etty and Tzion and their community is turned upside down when the synagogue matron falls down during a Bar-Mitzvah party. The community enters into crisis. All attempts to rebuild the balcony fail, until one day a young and charismatic rabbi arrives, proposing a restructuring plan. He begins to push the community towards a very rigid religious lifestyle, creating conflicts between men and women. Etty and other women have rebelled because they see their traditions undermined and the tranquility in which they have always lived. Women's Balcony, which was presented at Jewish film festivals around the world, is a hilarious comedy that offers many food for thought.


 

DOMENICA 4 MARZO

-  h 15.00 The Legend of King Salomon (Albert Hanan Kaminsky, Isr./Ungheria, 2017, 80')

In questa versione in cartone animato della storia biblica, il giovane Salomone deve liberare il regno di Gerusalemme dal diavolo Asmodeo. Dopo essere stato esiliato nel deserto arabo, Salomone si unisce alla bella principessa Naama di Petra e con la regina di Saba cercano di mettere fine alla tirannica sete di potere di Asmodeo. Il film, adatto a tutte le età, affronta attraverso un racconto avvincente, i temi della convivenza tra culture diverse e il passaggio dalla giovinezza all'età adulta ... 
A seguire "Domande e Risposte", con Ariela Piattelli.

*prezzo speciale € 5,00

In this cartoon version of the Biblical story, the young Solomon has to rescue the kingdom of Jerusalem from the devil Asmodeus. After being exiled to the Arabian desert, Solomon joins the beautiful Princess Naama of Petra and with the Queen of Sheba try to put an end to the tyrannical thirst for power of Asmodeus. The film, suitable for all ages, tackles the themes of cohabitation between different cultures and the transition from youth to adulthood through an exciting story...
Follows "Questions and Answers", with Ariela Piattelli.

* special price € 5,00

- h 17.00 Shalom Italia (Tamar Tal Anati, Isr./Germania, 2016, 70')

Tre fratelli ebrei italiani partono per un viaggio attraverso la Toscana, alla ricerca di una grotta dove si nascondevano da bambini per sfuggire ai nazisti. La loro ricerca, piena di umorismo, cibo e paesaggi toscani, è al confine tra storia e mito e il risultato è un ritratto profondo di memoria e storia.  

A seguire conversazione con Tamar Tal Anati, Emanuel Anati e Ariela Piattelli.

Three Italian Jewish brothers leave for a journey through Tuscany, looking for a cave where they as children hid from the Nazis. Their search, full of humor, food and Tuscan landscapes, is on the border between history and myth and the result is a profound portrait of memory and history.

Following conversation with Tamar Tal Anati, Emanuel Anati and Ariela Piattelli.

- h 19.00 Ben Gurion, Epilogue (Yariv Mozer, Isr./Francia, 2016, 55')

Basato su materiale d'archivio, rinvenuto nell'Archivio Spielberg di Gerusalemme, il film rivela gli ultimi anni del fondatore di Israele, David Ben-Gurion. Ormai fuori dalla scena politica, si concesse una visione retrospettiva sull'impresa sionista. Yariv Mozer e Yael Perlov riportano alla luce un pezzo di storia, componendo e rivelando un ritratto mai visto di Ben Gurion nell'ultima stagione della sua vita.

Based on archive material, found in the Spielberg Archives of Jerusalem, the film reveals the last years of Israel's founder, David Ben-Gurion. Now outside the political scene, he allowed himself a retrospective view of the Zionist enterprise. Yariv Mozer and Yael Perlov bring a piece of history to the life, composing and revealing a never-before-seen portrait of Ben Gurion in the last season of his life.

- h 21.00 Holy Air (Shady Srour, Israele, 2017, 81')

Adam è profondamente innamorato della moglie Lamia, ma questo non lo rende un uomo d'affari di successo. Ha bisogno di soldi più che mai perché Lamia sta vivendo una gravidanza difficile e suo padre è gravemente malato. Aggiungendo le piccole disgrazie quotidiane che incontra un arabo cristiano a Nazareth, ad Adam farebbe davvero comodo una grande opportunità. Un giorno ha un'idea e sente finalmente di poter risolvere i suoi problemi economici con un'impresa geniale: imbottigliare l'aria sacra e venderla ai turisti della città.

Adam is deeply in love with his wife Lamia, but this does not make him a successful businessman. She needs more money than ever because Lamia is going through a difficult pregnancy and his father is seriously ill. Adding to the small daily misfortunes that a Christian Arab meets in Nazareth, Adam could really use a great opportunity. One day he has an idea and finally feels he can solve his economic problems with a brilliant enterprise: bottle the sacred air and sell it to the tourists of the city.

 

 

LUNEDI' 5 MARZO

- h 17.00 Introduzione alla giornata con Daniel Fishman

A seguire proiezione di Photo Farag (Kobi Farag, Israele, 2016, 77')

Avvincente e commovente storia di vita reale della prima famiglia ebrea irachena a diventare un nome familiare in Israele. Immigrata in Israele da Baghdad negli anni Cinquanta, la famiglia Farag fondò un'azienda di fotografia di enorme successo. Kobi Farag, il rampollo di questo famoso clan, traccia la storia di dieci fratelli e sorelle, che nonostante i loro incredibili successi professionali non riuscirono a proteggere la famiglia da un doloroso processo di disintegrazione. Un'importante esplorazione della storia sociale israeliana, ricca di affascinanti interviste e materiali d'archivio, Photo Farag esplora le forze spesso distruttive di una famiglia determinata a lasciare il segno nella società.

Exciting and touching real-life story of the first Iraqi Jewish family to become a household name in Israel. Immigrated to Israel from Baghdad in the 1950s, the Farag family founded a hugely successful photography company. Kobi Farag, the scion of this famous clan, traces the story of ten brothers and sisters who, despite their incredible professional achievements, failed to protect their families from a painful process of disintegration. An important exploration of Israeli social history, full of fascinating interviews and archival materials, Photo Farag explores the often hearth-rending forces of a family determined to make a mark in society.

- h 19.00 On the Map (Dani Menkin, USA, 2016, 85')

On the Map racconta la storia aldilà di ogni pronostico del campionato europeo del 1977 del Maccabi Tel Aviv, che si svolse in un momento in cui il Medio Oriente si stava ancora riprendendo dalla Guerra del Kippur del 1973, dal massacro olimpico del 1972 a Monaco e dal dirottamento del 1976 di un volo Air France da Tel Aviv. Attraverso la lente degli sport, On the Map racconta una storia molto più ampia di come una squadra abbia conquistato il cuore di una nazione, tra i disordini interni e le macchinazioni globali della Guerra Fredda. Un film accattivante, per appassionati di sport e non.

On the Map tells the story beyond any predictions of the Maccabi Tel Aviv European Championship of 1977, which took place at a time when the Middle East was still recovering from the 1973 Kippur War, the 1972 Olympic massacre in Monaco and from the 1976 hijacking of an Air France flight from Tel Aviv. Through the lens of sports, On the Map tells a much broader story of how a team has conquered the heart of a nation, between the internal unrests and global machinations of the Cold War. A catchy film, for sports and non-sports lovers.

- h 21.15 The Pickle Recipe (Michael Manasseri, USA, 2016, 97')

Il re sulla scena del party ebraico di Detroit, si ritrova profondamente indebitato dopo che un incidente assurdo distrugge la sua preziosa attrezzatura sonora. In un disperato bisogno di aiuto per pagare il Bat Mitzvah di sua figlia , Joey si rivolge al suo losco zio Morty, la pecora nera della famiglia. Morty acconsente a prestare i soldi se Joey farà l'impensabile: rubare la ricetta dei cetriolini sottaceto gelosamente custodita da sua nonna. Ovviamente, nulla andrà come previsto.

The king on the scene of the Jewish party in Detroit, finds himself deeply in debt after an absurd accident destroys his precious sound equipment. In desperate need of help to pay for his daughter's Bat Mitzvah, Joey turns to his sketchy uncle Morty, the family's black sheep. Morty agrees to lend the money if Joey does the unthinkable: to steal the recipe of pickled gherkins jealously guarded by his grandmother. Obviously, nothing goes as planned.

 

MARTEDI' 6 MARZO

#panelgiovani

- h 16.00 Malagrana Film (Nathan De Pas Habib, Francesco Colombo, Giulio Zonescuti, Italia, 2017, 40')

Citofono Malagrana - Come si dice - Orange - Come la fece Mosè

Il giovane regista Nathan De Pas Habib con i suoi colleghi della Malagrana Film, presentano quattro divertenti cortometraggi di loro produzione. Largo ai giovani!

The young director Nathan De Pas Habib and his colleagues from Malagrana Film present four fun short movies produced by them. Make way to young people!

- h 17.00 Travelers (E. Hir, R. Kim, A. Kiràly, H. Skolnick, N. Rosenberg, Israele, 2017, 50')

HaMavdil - Jerusalem, if I forget you - Outsider - How to ride an elevator on Shabbat - Habesha

Cinque brevi documentari realizzati da altrettanti giovani registi israeliani. Gettano uno sguardo su Gerusalemme attraverso lo storico mercato Machane Yehuda, i graffiti e gli artisti di strada, la storia di un ragazzo che ha lasciato la comunità ultra-ortodossa, il rapporto tra identità religiose e sessuali, il ritratto della comunità ebraica-etiope.

A seguire dibattito aperto al pubblico, condotto da Sara Ferrari con Nathan De Pas Habib (La Malagrana Film). 

Breve introduzione all'app Gimme5 con aperitivo offerto da AcomeA

*prezzo speciale € 4,00

Five short documentaries made by as many young Israeli directors. They take a look at Jerusalem through: the historic Machane Yehuda market, graffiti and street artists, the story of a boy who left the ultra-Orthodox community, the relationship between religious and sexual identities, the portrait of the Jewish-Ethiopian community .

Following an open debate conducted by Sara Ferrari with Nathan De Pas Habib (La Malagrana Film).

Brief introduction to Gimme5 with an aperitif offered by AcomeA.

*special price € 4,00

- h 19.00 Proiezione riservata AcomeA


MERCOLEDI' 7 MARZO

- h 16.30 The Women's Balcony (Emil Ben-Shimon, Isr., 2016, 96') - replica.  

#panelcucina

- h 18.30 Iom Romì (Valerio Ciriaci, Italia, 2017, 30')

Ben_Gurion_Epilogue.jpg"Iom Romì" racconta una giornata nella vita della comunità ebraica contemporanea di Roma, che per secoli ha vissuto in un limbo tra persecuzioni e integrazione. Essendo l'unico gruppo culturale della città che può vantare una ininterrotta linea di discendenza dai tempi dell'impero, gli ebrei romani hanno alimentato rituali e tradizioni uniche al mondo. Dall'alba al tramonto, attraverso le voci di diversi personaggi che vivono e lavorano nello storico quartiere del Ghetto, "Iom Romì" racconta la storia di una comunità fortemente indipendente e al tempo stesso spiccatamente romana.

A seguire breve introduzione alla cucina ebraica a cura di Benedetta Jasmine Guetta (Labna.it).

- h 19.15 Degustazione/aperitivo a cura di Labna.

"Iom Romì" tells a day in the life of the contemporary Jewish community of Rome, which for centuries has lived in a limbo between persecution and integration. Being the only cultural group in the city which has an unbroken line of descent from the times of the empire, Roman Jews have fed rituals and traditions unique in the world. From dawn to dusk, through the voices of different characters who live and work in the historic Ghetto district, "Iom Romì" tells the story of a strongly independent community and at the same time distinctly Roman.

Following a brief introduction to Jewish cuisine by Benedetta Jasmine Guetta (Labna website).

- h 19.15 Tasting / aperitif organized by Labna.

- h 20.00 Ben Gurion, Epilogue (Yariv Mozer, Isr./Francia, 2016, 55') - replica.

- h 21.30 Don't Forget Me (Ram Nehari, Isr./Francia/Germania, 2017, 87')

Tom, anoressica e cinica, ricoverata in una clinica per disturbi alimentari sta migliorando. Il pensiero di diventare sana e pesante la terrorizza. Sembra che sarà il peggior giorno della sua vita. E allora Tom incontra Neil, un suonatore di tuba disagiato socialmente, psicotico e sensibile, che entra ed esce da un ospedale psichiatrico. Insieme cercano di fuggire dalle loro vite e da tutto ciò che venga considerato socialmente accettabile. Ha vinto il premio come miglior film al Torino Film Festival e i protagonisti i premi come miglior attore e migliore attrice.

Tom, anorexic and cynical, recovered in a clinic for eating disorders is improving. The thought of becoming healthy and heavy terrifies her. It seems like it will be the worst day of her life. And then Tom meets Neil, a socially awkward, psychotic and sensitive tuba player who comes in and out of a psychiatric hospital. Together they try to escape from their lives and everything that is considered socially acceptable. This film won the the "best film award at the Turin Film Festival" and the stars as best actor and best actress.

 

GIOVEDI' 8 MARZO

- h 17.00 Harmonia (Ori Sivan, Israele, 2016, 97')

Harmonia è un moderno adattamento del triangolo mitologico tra Abraham e Sarah senza figli e la giovane Agar. Sara è l'arpista della Jerusalem Philharmonic; Abraham è il suo onnipotente direttore. Quando Hagar, giovane suonatrice di corno di Gerusalemme Est si unisce alla Western Side Orchestra, nasce un'amicizia unica tra le due donne. Hagar, sentendo il dolore di Sarah per non avere figli, si offre di avere un bambino per lei da Abraham, scuotendo il sottile equilibrio della famiglia. La nascita di Ben, che diventerà un geniale pianista, darà vita ad un drammatico scontro tra le madri. Harmonia interpreta le radici dell'antico conflitto tra due popoli che vivono a Gerusalemme, e che nel film cercano l'armonia.

Harmonia is a modern adaptation of the mythological triangle between Abraham and Sarah, without children, and the young Agar. Sara is the harpist of the Jerusalem Philharmonic; Abraham is her omnipotent director. When Hagar, a young East Jerusalem horn player joins the Western Side Orchestra, a unique friendship starts between the two women. Hagar, feeling the pain of Sarah for not having children, offers to have a baby for her from Abraham, shaking the fine balance of the family. The birth of Ben, who will become a brilliant pianist, will trigger a dramatic battle between mothers. Harmonia plays the roots of the ancient conflict between two peoples who live in Jerusalem, and who seek harmony in this film.

#panelmedioriente

- h 19.00 Invisible in Mosul (Itai Anghel, Israele, 2017, 55')

Itai Anghel è l'unico giornalista israeliano ad aver documentato la guerra in Iraq sino a spingersi sulle prime linee dei combattenti contro l'ISIS a Mosul. Nel documentario Anghel, senza rivelare la sua identità, si unisce con coraggio ai corpi speciali dell'esercito iracheno che avanzano verso Mosul sotto il fuoco nemico dell'ISIS e dei suoi terroristi suicidi. Invisible in Mosul va oltre i combattimenti, toccando i destini delle persone che vivono, tra orrori e sofferenze, prigioniere del Califfato. Mentre nel resto del mondo si festeggia l'inizio della fine dell'ISIS, la prospettiva degli abitanti di Mosul è molto più triste e realistica.

Itai Anghel is the only Israeli journalist to have documented the war in Iraq up to the first lines of the fighters against ISIS in Mosul. In the documentary Anghel, without revealing his identity, he courageously joins the special bodies of the Iraqi army who advance towards Mosul under the enemy fire of ISIS and its suicide bombers. Invisible in Mosul goes beyond the fighting, touching the destinies of the people who live, between horrors and suffering, prisoners of the Caliphate. While the rest of the world is celebrating the beginning of the end of ISIS, the prospect of the inhabitants of Mosul is much more sad and realistic.

A seguire Stefano Jesurum intervista Itai Anghel

- h 21.15 Foxtrot (Samuel Maoz, Isr., Germania, Francia, 2017, 113')

Michael e Dafna provano un dolore straziante quando i funzionari dell'esercito si presentano a casa loro per annunciare la morte di loro figlio Jonathan. Michael diventa sempre più frustrato dal cordoglio troppo zelante dei pur bene intenzionati parenti e burocrati dell'esercito. Mentre sua moglie sedata riposa, Michael cade in un vortice di rabbia perché sperimenta una svolta della vita inimmaginabile - una svolta che può rivaleggiare solo con le surreali esperienze militari di suo figlio. Il film ha vinto il Leone d'argento - Gran premio della giuria alla 74ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia

Michael and Dafna are in excruciating pain when army officials come to their home to announce the death of their son Jonathan. Michael grows more and more frustrated by the overzealous condolence of the well-intentioned relatives and army bureaucrats. While his wife is sedated and rests, Michael falls into a whirlpool of rage because he experiments an unimaginable turn of life - a turning point that rivals only with his son's surreal military experiences. The movie won the Leone d'Argento - Grand Jury Prize at the 74th Venice Film Festival

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

              collega allegato

copyright Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC ONLUS  via Eupili, 8 - 20145 Milano  CF: 97049190156  IVA: 12559570150  Telefono 02.31.63.38; 02.31.60.92  Fax: 02.33.60.27.28