Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC ONLUS  via Eupili, 8 - 20145 Milano  CF: 97049190156  IVA: 12559570150  Telefono 02.31.63.38; 02.31.60.92  Fax: 02.33.60.27.28
           

 

 

 

 

 

Fondazione

Centro di Documentazione

Ebraica

Contemporanea

 

storia
educazione
memoria

 
           

 

 

 

English

INDICE GENERALE  DEGLI EBREI STRANIERI INTERNATI IN ITALIA 1940-1943

In corrispondenza dell’ingresso dell’Italia nella seconda guerra mondiale (10 giugno 1940), il 15 giugno il Ministero dell’Interno ordinò l’arresto e l’internamento degli ebrei stranieri. Una legge del 1938 aveva ordinato l’espulsione entro sei mesi della gran parte di essi, ma molti erano rimasti bloccati dalla mancanza di visti o di mezzi per pagare il viaggio. L’internamento riguardò gli ebrei di nazionalità tedesca, polacca e di altri paesi centroeuropei e quelli apolidi. Gli uomini adulti vennero inviati in campi di internamento; le donne e i bambini furono lasciati nelle città di residenza o internati in piccoli paesi; in un secondo tempo, gran parte dei nuclei familiari fu riunita nel campo di Ferramonti di Tarsia, in Calabria o nelle varie località. Quasi tutti i campi di internamento e circa metà dei paesi di internamento erano nell’Italia meridionale e centrale. Con l’andare del tempo e l’ampliamento del teatro di guerra, furono internati in Italia anche ebrei stranieri che si trovavano a Rodi, in Libia, in Jugoslavia.

L’8 settembre 1943 fu annunciato l’armistizio tra il Regno d’Italia e gli Alleati. Il fatto che molti profughi si trovassero in internamento nell’Italia meridionale significò la loro liberazione all’arrivo degli Alleati, mentre nelle regioni centro settentrionali, le autorità di occupazione tedesca e il nuovo governo fascista della Repubblica Sociale Italiana mantennero o ripristinarono il regime d’internamento, che ora venne finalizzato alla deportazione.

Gli ebrei stranieri internati dal giugno 1940 al settembre 1943 furono molte migliaia. Il dramma di queste persone, raccolte in località remote della Penisola, strappate dal loro contesto culturale, sociale, economico, fluttuanti ormai da parecchi anni in un’Europa resa letale dal progetto nazista di sterminio, è espresso da questo Indice generale degli ebrei stranieri internati in Italia 1940-1943, che la Fondazione CDEC mette a disposizione degli studiosi e di tutte le persone interessate.

Questo Indice contiene gli elenchi prodotti da due importanti ricerche condotte negli ultimi anni da due studiose: Francesca Cappella (purtroppo prematuramente deceduta) e Anna Pizzuti. Il database creato da Francesca Cappella contiene i nomi e i dati relativi a 5.829 ebrei stranieri, per i quali esiste un fascicolo personale presso l’Archivio Centrale dello Stato, “Fondo Ministero dell’Interno, Cat. A4bis, Internati stranieri e spionaggio”. Il database creato da Anna Pizzuti contiene i nomi e i dati relativi a 9337  ebrei stranieri, ed è in continuo aggiornamento; questi nomi sono tratti basilarmente dagli elenchi raccolti presso l’Archivio Centrale dello Stato, “Fondo Ministero dell’Interno, Cat.A16, Stranieri ed ebrei stranieri”, con un notevole ampliamento di ricerca ad altri archivi.

La realizzazione informatica dell’Indice è stata curata da Gloria Pescarolo.

Si ringraziano: i responsabili e i curatori dei due database.

COME UTILIZZARE L’INDICE

Le opzioni di ricerca sono:

  • Per elenco alfabetico

  •  Per nome e cognome

  •  Per anno di nascita

I risultati della ricerca indicano: nome, cognome, data di nascita, luogo di nascita, link al database in cui è presente il nominativo. >> Ricerca

General Index of Foreign Jews Interned in Italy 1940-1943

In correspondence to Italy’s entering WWII (June 10, 1940), on June 15 the Ministry of Interior ordered foreign Jews to be arrested and interned. A 1938 law had ordered most of them to be expelled within six months, but many had stayed stuck because they lacked visas or money to pay the journey. Internment concerned German and Polish Jews as well as Jews from other Central European countries and stateless Jews. Adult men were sent to internment camps; women and children were left in their places of residence or were interned in small villages; afterwards, most of the families were reunited in the Ferramonti di Tarsia camp, in Calabria, or in several sites. Almost all internment camps and about half of the internment villages were in Southern and Central Italy. As time passed by and the theatre of war expanded, foreign Jews who were in Rhodes, in Libya and in Yugoslavia were also interned in Italy.

On September 8, 1943 the armistice between the Italian Kingdom and the Allies was announced. As many refugees were interned in Southern Italy, they were released by the Allies at their arrival, while in central and northern regions German occupation authorities and the new fascist government of Italian Social Republic kept or reinstated the internment system, which was now aimed at deportation.

There were many thousands of foreign Jews interned from June 1940 to September 1943. The drama of these people, who were gathered in remote Italian villages and eradicated from their cultural, social, economical background, who had been wandering for several years through Europe - which had become for them a lethal place because of the nazi extermination project – is expressed by this General Index of Foreign Jews Interned in Italy 1940-1943, that CDEC Foundation makes available to scholars and all who are interested.

This Index includes the lists generated by two important researches carried out in the last years by two scholars: Francesca Cappella (unfortunately prematurely deceased) and Anna Pizzuti. The database created by Francesca Cappella includes names and data of 5.829 foreign Jews, for whom there is a personal file in the State Central Archive, “Fondo Ministero dell’Interno, Cat. A4bis, Internati stranieri e spionaggio” (Ministry of Interior Fund, Cat. A4bis, Foreign Internees and Espionage). The database created by Anna Pizzuti includes names and data of 9337 foreign Jews and it is continually updated; these names are basically taken from the lists at the State Central Archive, “Fondo Ministero dell’Interno, Cat.A16, Stranieri ed ebrei stranieri” (Ministry of Interior Fund, Cat. A16, Foreigners and Foreign Jews), and the research expands to many other archives.

The IT and web work has been provided by Gloria Pescarolo.

We thank the managers and the administrators of the databases.

HOW TO USE THE INDEX

Search options are:

  • Alphabetical List
  • Name and Surname
  • Year of Birth

The search results are: name, surname, date of birth, place of birt, link to the database where the individual was found. >> Search

 

 
EBREI STRANIERI INTERNATI IN ITALIA 1940-1943

FOREIGN JEWS INTERNED IN ITALY
1940-1943

 
RICERCA

SEARCH